IL GHETTO DI CAMPOBELLO BRUCIA, un appello

Condividi sui social

Campobello è un ghetto in Sicilia, inserito in un’area agricola per la produzione di olive, agrumi, pomodori. Qui da sempre si alternano raccoglitori migranti che vivono in condizioni indecorose. Solo recentemente hanno avuto l’allaccio dell’acqua ma manca di tutto: servizi igienici, elettricità. Oggi la notizia drammatica di quest’incendio. Ecco il comunicato della Casa del Mutuo Soccorso e Fuori Mercato:Ieri sera intorno la mezzanotte, i telefoni dei volontar* della Casa Del Mutuo Soccorso Fuori Mercato sono stati inondati di messaggi e chiamate, erano richieste di aiuto… ” Il ghetto è in fiamme, ci serve aiuto”. Tutti i lavoratori hanno perso risparmi e documenti… Quasi tutti tranne uno, un #bracciante infatti è morto tra le fiamme.Ancora non conosciamo le cause dell’incendio, quello che sappiamo è che non è giusto dover rischiare la vita per il proprio lavoro, non è giusto essere costretti a vivere in queste condizioni per il proprio lavoro. Ma soprattutto non è giusto morire per il proprio lavoro.Lanciamo una raccolta #immediata di BENI DI PRIMA NECESSITA’ e SACCHI A PELO, completeremo la lista di ciò che serve a breve e comunicheremo il luogo di raccolta.Chiediamo che le Amministrazioni, la Prefettura, la Regione si adoperino immediatamente e si pongano in posizione di #ascolto nei confronti dei braccianti di Campobello.Regione Siciliana Prefettura Di PalermoFuorimercato rete nazionaleContadinazioniPartinico SolidalePer conoscere di più: //comune-info.net/per-un-bicchiere-di-acqua/

#acquaalghetto21#migranti#diritti#CasaDelMutuoSoccorso#autonomia#dirittiumani#fuorimercato#emergenza#covid